Sola

Ci ho pensato un po’ prima di scrivere questo post, perché so che sarà un po’ deprimente. Tuttavia, qui non voglio fingere che tutto vada bene, al contrario. La scrittura mi aiuta a riconciliarmi con me stessa, con il mio mondo. Quando scrivo non mi sento mai inutile e mi sento meno sola, anche se poi, in realtà, mi ritrovo a parlare con me stessa. Da sola, in effetti.

Anni fa, nel locale che frequentavo dopo il lavoro, un habitué molto colto, un poeta perennemente ubriaco, mi disse: “Tu sei come me: sempre in mezzo a tanta gente, ma sempre da sola”. Ci rimasi un po’ male, per la verità, ma aveva ragione.

Tutto quello che faccio è galleggiare nella mediocrità, senza abbastanza spinta per fare i salti che voglio fare, senza troppo coraggio per lasciarmi andare davvero con qualcun altro. Poi, al massimo, ricomincio da zero. Scappo di nuovo. E si sa che da se stessi non si può scappare. E allora bevo, che è ciò che ho imparato a fare meglio e mi sento stupida.

Advertisements

6 thoughts on “Sola

  1. Dirò una banalità: meglio la scrittura dell’alcol (entrambe le cose è complicato: forse Bukowski…).
    Le tue parole mi hanno ricordato una bella canzone di Ivano Fossati (spero di averle interpretate bene):

    Un abbraccio.

    Like

  2. Ciao Missis 🙂 i pensieri volano in cerchio, a volte fanno capriole gioiose, altre volte lasciano scie scure e fumose.
    Non mi resta che aspettare le capriole 😉
    Ti abbraccio ❤

    Like

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s