L’ultima volta che…

Quando è stata l’ultima volta che ti sei sentita viva?

Mi ha chiesto, così, a bruciapelo, uno sconosciuto.

La mia prima risposta è stata un tentativo di sdrammatizzare, come al solito:

Sto così male?

Me l’ha richiesto. Oh, cazzo, è una domanda seria.

(Ma che vuole questo?  Chi lo manda, Rob-Brezny?)

Avrei potuto dire che mi è successo quando sono partita per Berlino, ma quel giorno non mi sentivo viva, solo agitata. Mirko? Forse. Stare sulle montagne russe ti tiene sicuramente sveglia. Ma anche viva?

Un anno fa, mentre facevo surf.

Eccola, la risposta vera.

Grazie.

Ed è andato via.

Il tipo di persone che incontri, quelle prendono una birra e magari prima di uscire dalla porta ti fanno una domanda che non ti aspetti e che ti dovresti fare, da sola, più spesso: ecco cosa mi tiene ancora legata al mio lavoro, nonostante si stia facendo largo l’idea di cominciare a fare altro.

Posso andarmene anche alle Hawaii, ma se continuo a lavorare come se fosse l’unica cosa importante della mia vita, non cambierà mai niente.

E questa è l’amara verità di un martedì mattina. Onestamente, credo che sia il momento di una tartelletta ai lamponi nella mia nuova pasticceria preferita.

Have a nice day!

Surfboard on the beach at sunset

 

 

Advertisements

8 thoughts on “L’ultima volta che…

  1. l’ultima volta che ho visto un fantasma mi ha chiesto ‘Come fai a vivere?’
    Ho alzato le spalle. Meglio vivere che essere un fantasma.
    Eccezionale il post. Tutto bene insomma a berlino

    Like

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s